La Razza Burmilla
Il gatto burmilla è nato casualmente in Gran Bretagna nel 1981, incrocio tra una femmina lilla
	Burmese e Silver Cincilla Persiano maschio. La madre ha figliato quattro sani e belli black
	shaded silver cuccioli e il suo sviluppo è iniziato. Il nome rappresenta di fatto il fusione
	tra una Burmese e il nome del la varietà di Persiano cincilla (Burm)ese Cinc(illa). 
	Il Burmilla è diffuso sopratutto in Danimarca e Inghilterra.
FIFE ( Fédération Internationale Féline ) lo riconosciuto burmilla nel 1995. I primi burmesi
	in Finlandia erano portati dal Danimarca nel 1996. I Burmilla furono presentati per la prima
 	volta in una esposizione della Cat Association nel 1983. Oggi il Burmilla un discutibile
 	realtà e piace soprattutto per il suo mantello sai colori delicati, ma soprattutto per i suoi
	incantevoli occhi verde smeraldo. E' una razza aguti che viene allevata nelle varietà silver
 	e golden con diverse proporzioni di tipping nel mantello. Un'accurata selezione ne ha
	valorizzato il pelo corto, fitto e morbido.
Il Burmilla ha pelo corto, quindi appartenente in Categoria III. La razza Burmilla è traggruppata 
	in due principali gruppi, a seconda del colore del tipping. Il tipping è la pigmentazione colorata 
	presente sulla del pelo. Nel Burmilla esistono due diverse gradazioni di tipping che determinano un
	effetto più scuro e marcato (shaded) o maggiormente chiaro e sfumato (shell).
Gruppo 1 (not-orange): nero-, blu-, chocolat-, lilac- cinnamon- e crema shaded silver oppure cincilla. 
	Gruppo 2 (orange): rosso-, crema-, squama nero-, squama blu-, squama chocolat-, squama cinnamon- e 
	squama crema shaded silver oppure cincilla.
Generale: Taglia media. Muscolatura ben sviluppata, con corpo magro, muscoloso e dal petto largo. 
	Molto agile, con muso e occhi espressivi. Il petto e arrotondato mentre la schiena è dritta.
Testa:La testa ha forme tondeggianti. Il sovratesta è leggermente arrotondato, a forma di cuneo 
	modificato. Visto di profilo, il naso evidenzia una lieve depressione sulla canna nasale. 
	La punta del naso deve essere in linea con il mento. 
	Gli occhi sono grandi, espressivi, piazzati, ben distanti tra loro, è leggermente obliqui. 
	Colore verde(in rosso-, crema-, e squama colori gialli permesso).
	Orecchie sono da medie a grandi, larghe alla base e arrontate verso la punta, piazzate in modo 
	che la parte esterna del padiglione prosegua la linea delle guance.
Zampe: Sono sottili e supportate da un'ossatura robusta. Zampe posteriori leggermente più 
	lunghe delle anteriori.Piedi sono piccoli e ovali.
Coda: Da media a lunga. Affussolata portata fieramente.
Mantello: Pelo corto con tessitura densa, fine, morbido e aderente al corpo. Ha una base tipped 
	a effetto grigio argentato e striature su zampe, coda e muso. Il colore della base del pelo 
	deve essere di un bianco puro con tipping (pigmentazione colorata) solo sulla punta. 
Carattere: Vivace, molto simpatico e molto intelligente. Allegro,cordiale, socievole, 
	giocherellone, il Burmilla associa il temperamento delle due razze progenitrici. Da ciascuna 
	pare abbia tratto il meglio, aggiungendo quel pizzico di impertinenza, che lo rende particolarmente 
	simpatico ed estroverso. Estremamente socievole, anche con gli estranei, pare sia consapevole 
	della sua bellezza e ami mettersi in mostra con gli ospiti. Il Burmilla è un gatto equilibrato 
	che ha saputo ben amalgamare la vivacità e l'intelligenza del Burmese con la paciosa raffinatezza 
	del Persiano cincilla. Ha un carattere tranquillo, ma con la personalità abbastanza spiccata. 
	Scambia affettuosità sia col padrone che con gli altri componenti della famiglia.

<< Ritorna a menu